Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ministeriale Esteri, 19-20 maggio 2016

Data:

24/05/2016


Ministeriale Esteri, 19-20 maggio 2016

Il 19 e 20 maggio 2016 si è svolta presso il Quartier Generale della NATO la Ministeriale Esteri, alla quale hanno partecipato il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni e l'Ambasciatore Claudio Bisogniero.

I lavori della Ministeriale si sono concentrati su quattro temi principali: l'adesione del Montenegro all'Alleanza Atlantica, il consolidamento della stabilità nel vicinato, la cooperazione con l'Unione europea e l'estensione del mandato della missione Resolute Support in Afghanistan.

I 28 Ministri degli Affari esteri hanno siglato il Protocollo di adesione per il Montenegro: il paese potrà quindi partecipare a tutte le riunioni della NATO in qualità di osservatore. Una volta che tutti gli Alleati avranno ratificato il Protocollo, il Montenegro diventerà il 29° paese dell'Alleanza Atlantica.

Per quanto concerne la stabilità nel vicinato, i Ministri hanno concordato di proseguire le iniziative in corso, tra cui la formazione di ufficiali iracheni in Giordania, progetti di difesa cibernetica con la Giordania e lo sviluppo di centri di intelligence nazionali in Tunisia. Sul fianco est, la NATO contribuisce a sviluppare le capacità di Georgia e Moldova, e appoggia il percorso di riforme intrapreso dall'Ucraina. I Ministri hanno inoltre discusso di come rafforzare il supporto alla Coalizione internazionale anti-ISIS, anche mediante velivoli AWACS.

In tema di cooperazione con l'Unione europea, il Segretario Generale Jens Stoltenberg e l'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini hanno annunciato che le due organizzazioni lavoreranno sempre più a stretto contatto per contrastare l'immigrazione clandestina nel Mar Egeo, oltre a proseguire gli accordi formali in tema di difesa cibernetica. La NATO e l'UE stanno inoltre sviluppando nuovi Playbook per un maggiore coordinamento in materia di minaccia ibrida, e sono pronte ad incrementare il numero di esercitazioni congiunte.

Infine, in merito all'Afghanistan, i Ministri hanno deciso di estendere il mandato della missione Resolute Support oltre il 2016. Malgrado il coraggio e la determinazione di cui hanno fatto prova le forze di sicurezza afghane, le sfide per la sicurezza nel paese permangono, ragion per cui la NATO proseguirà con le attività di formazione, consulenza e assistenza, una decisione accolta con favore dal Ministro degli esteri afghano.

Potete consultare la cronologia della Ministeriale sul nostro Storify.


Luogo:

Bruxelles

154